Il narcisista e il suo vuoto scintillio C’è miseria dietro la grandiosità

di DANIELA MONTI

Fonte: Corriere.it - 11/12/2016

Ne «L’illusione del narcisista» Giancarlo Dimaggio analizza storie ed esperienze cliniche con il rigore di un saggio ma lo stile di un romanzo
«Il tipo grandioso è quello che si immagina più facilmente: spaccone, arrogante, prepotente, pronto al disprezzo, esibizionista. Vuole la ribalta e se la prende. Il secondo è una forma più insidiosa. Non si mette al centro del palco, ma non tollera che gli altri lo facciano. Ha un’idea grandiosa di sé ma non la espone. Attenzione però: nell’angolo meno illuminato in cui si ritira, cova la pretesa che gli altri riconoscano il suo essere speciale». Quante persone che conosciamo hanno queste caratteristiche (e quanti lettori vi riconosceranno se stessi)? Il narcisista «è ovunque e può essere chiunque», collega di lavoro, compagno di università, fidanzato, avvocato, operaio, medico, politico (e l’uso del maschile è una convenzione perché il narcisismo non è una malattia riservata agli uomini)... CONTINUA A LEGGERE


Libri associati