“Mezzanotte per sempre”

di Gabriele Ottaviani

Fonte: Convenzionali - 06/04/2017

Il padre si ammazza con il gas di scarico della macchina. La madre è all’ultimo stadio di una brutta malattia. La sorella se n’è andata in Oriente. Lui inizia a drogarsi. Da ragazzino. E col passare del tempo continua a farsi, sempre di più, di qualsiasi cosa. Si sposa. È marito. Padre. Criminale. Tossicomane. Scrittore di successo. Sceneggiatore tra i più ambiti. Ha un tesoro per le mani e lo sciupa. Ma poi se ne vergogna. Perché è questo il tema fondamentale di questo romanzo – da cui hanno anche tratto un pessimo film con Ben Stiller – travolgente e magnifico, beat nella migliore accezione del termine, che torna finalmente in libreria con un titolo un po’ diverso da quello dell’ultima volta in Italia (per sempre sostituisce a vita): la vergogna... CONTINUA A LEGGERE


Libri associati